Sei qui: Home News / Offerte News ed Eventi Sicurezza nel noleggio: risultato del progetto Noleggio Sicuro

Sicurezza nel noleggio: risultato del progetto Noleggio Sicuro

articolo dossier sicurezza marzo 2017

La nostra principale iniziativa in ambito sicurezza riguarda il Progetto “Noleggio sicuro”, che nel 2012 ha portato un cambiamento epocale nell’ambito delle Verifiche Periodiche, riuscendo a far modificare un articolo del Testo Unico sulla Sicurezza, introducendo la liberalizzazione delle Verifiche Periodiche delle attrezzature di lavoro previste all’interno dell’Allegato VII. 

Assodimi/Assoleggio ha fornito un contributo decisivo e ciò ha risolto definitivamente il grave problema della mancata esecuzione delle verifiche periodiche previste dalla legge che non permetteva la corretta gestione delle macchine ai fini della sicurezza. 

A oggi dunque, tutti i noleggiatori associati e che hanno aderito al Progetto “Noleggio sicuro” garantiscono al cliente un parco mezzi verificato al 100%, al fine di avere la certezza che le macchine destinate al noleggio siano state sottoposte al processo di attuazione delle Verifiche Periodiche, ai fini dell’innalzamento della sicurezza nei luoghi di lavoro. 

Scaligera Service, di cui sono socio e titolare, oltre ad aver aderito al Progetto “Noleggio sicuro” ad agosto 2013, effettua rigorosi controlli con cadenza mensile su tutte le attrezzature, operandosi a ispezionare ogni parte del mezzo e compilandone il relativo Registro di Controllo. In quest’occasione il macchinario viene sottoposto alle manutenzioni ordinarie e alle prove di carico (siano esse PLE o gru su car- ro). 

Quotidianamente, poi, in fase di consegna del mezzo lo stesso viene provato assieme al cliente, sia per garantirne il funzionamento che per istruire l’utilizzatore. In generale, quando si parla di sicurezza, il problema principale è la fretta, quindi il fattore tempo. Poche aziende danno importanza alla sicurezza cercando macchinari sicuri e conformi che garantiscano la propria incolumità. Il datore di lavoro spesso e volentieri vira verso il noleggio al minor prezzo sul mercato e ciò significa rivolgersi a noleggiatori “poco” professionali, che pur di mantenere tariffe generose tagliano i propri costi partendo magari proprio dai controlli da effettuarsi pro sicurezza. 

Il cliente in quest’ambito è purtroppo poco informato, ma ad esempio non sa che utilizzare una PLE dell’amico elettricista che per pochi euro si traveste da noleggiatore lo mette in condizioni di elevato rischio, sia in ambito di circolazione stradale che di utilizzo in cantiere. Se poi ricordiamo che per utilizzare le PLE è obbligatorio aver eseguito il corso di formazione e che l’utilizzatore deve indossare l’imbragatura... apriti cielo!

Per quanto riguarda la presenza di lavoratori stranieri, personalmente non credo che la comprensione della lingua sia un problema così presente nel nostro ambito. Il noleggiatore di norma tiene rapporti con quella parte del personale maggiormente formata e per la quale il datore di lavoro carica di responsabilità trattandosi di noleggio di mezzi di terzi. Quindi, se straniera, ha comunque una predisposizione al contatto con altre persone che ne permette il regolare svolgimento. Infine, per ciò che attiene al quadro normativo, il Testo Unico ha alzato il livello di sicurezza e si è fatto strada all’interno delle aziende come tema importante da affrontare. 

Non credo che servano altre norme: piuttosto si rende necessario far rispettare quelle esistenti, aumentando i controlli nei cantieri e nelle aziende.